Ciò che è sbagliato con bitcoin


Bitcoin, allarme inquinamento? Un mito, ecco perché

Il blocco per essere completo ed accettato dalla rete dovrà contenere tutte e sole transazioni dimostrabilmente valide, e dovrà presentare delle caratteristiche specifiche. Il miner che per primo completa il blocco e lo sottopone alla rete viene ricompensato con il conio di nuovi bitcoin al momento 6,25 BTC pari ad un controvalore attuale di circa A prima vista questo procedimento potrebbe sembrare folle, ma in realtà studiando a fondo si capisce che questo procedimento è il cuore della sicurezza ed il funzionamento di Bitcoin.

Tramite la PoW infatti abbiamo che la rete di bitcoin viene mantenuta in sicurezza, i dati al suo interno vengono resi praticamente immutabili, continua a funzionare.

binance miner

Oltre a questi risultati subito evidenti ve ne sono diversi altri secondari ed utilissimi. Esistono altri sistemi per arrivare allo stesso risultato?

NordOvest Economia

No, non ci sono. Esistono diverse proposte ma non arrivano a fare la stessa cosa nello stesso modo e con strategia forex intraday stessi vantaggi. Certo si potrebbe obiettare che alcuni di questi vantaggi non siano necessari, e che vi sono criptovalute che non usano questo sistema, ma di fatto questa è una opinione soggettiva che si scontra con gli evidenti risultati visti negli ultimi 12 anni secondo cui Bitcoin domina questo mercato mentre sistemi alternativi languono ed hanno talvolta presentato problemi di sicurezza intrinseci non trascurabili.

golang crypto di trading bot

Gli Stati vanno confrontati con gli Stati, e i sistemi economici con i sistemi economici. Altri paragoni, altre prospettive Proviamo allora a proporre altri paragoni simili e vedere che ciò che è sbagliato con bitcoin fa.

Stante a questo confronto tutte le sciagure ecologiche che vengono prospettate riguardo a Bitcoin ci saranno presentate molto prima da qualcosa il cui valore è infinitamente ciò che è sbagliato con bitcoin.

trading bot binance free

Ecco alcuni interessanti risultati. Calcolare quanta energia è prodotta e consumata al mondo non è facile ma stando ad alcune recenti stime potremmo considerare rispettivamente Energia ed inquinamento Ridimensionati gli allarmismi, iniziamo a capire meglio il fenomeno e i suoi effetti. Le fonti energetiche del mining Bitcoin Mettiamoci per un attimo nei panni del miner: questo ha essenzialmente lo scopo egoistico di guadagnare il più possibile tramite la ricompensa ricevuta per ogni nuovo blocco che riesce ad emettere.

Questo atteggiamento opportunistico non è un problema, tanto più che è evidentemente lo stesso che si trova in tutte le aziende del settore privato.

Questo si traduce in due necessità pratiche: avere un prezzo della corrente più basso possibile e dotarsi di hardware più performante possibile quindi che a parità di consumo di energia sia in grado di effettuare più lavoro. Il ruolo delle rinnovabili Al fine di dotarsi di energia a basso prezzo il miner cerca fornitori con cui chiudere accordi vantaggiosi. La maggior parte delle volte questi attori sono produttori da fonti rinnovabili.

Bitcoin, allarme inquinamento? Un mito, ecco perché

Il risultato è che, nel migliore dei casi, questa energia viene immessa nella rete a prezzi stracciati molto più bassi rispetto a quelli di mercato, con una conseguente perdita di guadagni per il produttore.

Il risultato pratico è che alcuni miner, soprattutto in Europa e Stati Uniti, hanno stretto degli accordi con centrali idroelettriche, solari ed eoliche per cui installano i loro apparati direttamente presso le centrali e producono bitcoin direttamente sul posto.

bitcoin valuta o merce

Un caso a parte è costituito dalla Cina e da tutti i paesi che hanno produzioni provenienti principalmente da fonti fossili. Ma è anche vero che anche in quei paesi il miner si comporta nello stesso modo descritto prima, ovvero attingendo sempre a fonti rinnovabili in prima istanza e quando possibile e rivolgendosi ad altre fonti più care e più inquinanti solo in seconda battuta.

dell bitcoin

Se guardiamo alla storia del mining di Bitcoin si è partiti nel minando con le CPU dei computer di casa. Per avvantaggiarsi nella competizione ed aumentare i ritorni, i primi miner hanno iniziato ad utilizzare batterie di schede video per fare lo stesso lavoro.

Intelligenza artificiale: Impatto sulle nostre vite, diritti e libertà

Queste schede infatti hanno delle GPU molto più performanti e permettono anche di svolgere diversi calcoli in parallelo. La richiesta di schede video ha fatto lievitare i quotazione azioni zoom, facendo arrabbiare molti gamer ma fornendo molti soldi alle case produttrici di schede video.

btc form 42a

Le case hanno reagito migliorando i prodotti e facendo poi linee dedicate. Nel caso poi di GPU e FPGA, trattandosi di tecnologie general purpose, il beneficio del progresso tecnologico è direttamente fruibile da tutte quelle applicazioni in cui questi strumenti sono usati per scopi diversi dal mining. Falso, e sbagliato.